Acquietare la mente? Questione di emozioni.

Scritto il 19 Ottobre 2021

A volte la mente ci crea inquietudine con pensieri “brutti”… e questo accade soprattutto da quando abbiamo cominciato ad “abbattere muri in noi stessi e vedere come creiamo la nostra realtà”

Sappiamo di poter “sconfiggere” queste costruzioni mentali, ma a volte ne abbiamo paura perchè sappiamo anche che “non riuscire a gestirle” ci porterà a sperimentare proprio quella realtà.

Sembra un gioco perverso, ma riusciamo ad intuire quanto lo “stato della mente” dipenda dallo “stato d’animo” ?  

Recentemente sono stato intervistato da i “Maghi del Copy”, amici e professionisti del copywriting, ovvero l’arte di scrivere testi nell’ambito marketing e storytelling.  

Quasi due ore di domande interessanti, non solo per realizzare se stessi nella vita professionale, ma anche in quella personale e professionale. 

Ti dirò tra poco come accedere gratuitamente a tutta l’intervista, ma ho estratto un breve video nel quale ho dato risposta alla domanda: Come si acquieta la mente? 

Questa domanda mi è stata posta da Giuliana quando ho parlato dell’importanza dell’ispirazione nel processo di scrittura. La risposta vale anche per il dilemma con cui ho aperto questo articolo …

Accedere alla creatività, all’energia e all’amore infinito, che si trovano oltre la nostra stessa consapevolezza è possibile, e la porta di accesso sono le emozioni.

Trova il tuo modo per sciogliere le emozioni represse e la tua inquietudine scomparirà. 

Può essere una camminata, la meditazione, il gioco, la musica, una passione. Oppure un percorso, un viaggio, un mentore, ma l’importante è sciogliere nodi emotivi, mentre apprezzi tutto quello che ti circonda.

Mi rendo conto che è più facile a dirsi che a farsi, soprattutto perchè spesso la “mente” non è nostra alleata, ma ti basta sapere che è possibile. 

Ho creato Filmatrix Life con questo scopo, proprio perchè le storie e le immagini che raccontano i film hanno un ruolo importante nel processo di catarsi. 

La catarsi nella religione della Grecia classica, era il rito magico della purificazione, inteso a mondare il corpo e l’anima da ogni contaminazione (wikipedia). Spesso la si otteneva con la rappresentazione teatrale dei drammi (terapia che tra l’altro funziona ancora, e merita tutta la mia considerazione). 

Con il Life affidiamo alle storie raccontate dai film e alle potenti tecniche della immaginazione guidata il compito di guarire le nostre ferite. 

Se vuoi viaggiare con me, c’è la possibilità di salire a bordo del Viaggio Life con un accesso agevolato, puoi scoprire i dettagli a questo link >>>  un posto disponbile per Filmatrix Life 

In ogni caso mi auguro che tu possa trovare la tua strada (o magari la stai già percorrendo), perchè alla fine ciò  che conta è camminare, e avere il coraggio di fare passi in avanti verso la propria evoluzione. 

Ci rivediamo in giro

Virginio

p.s: Se vuoi guardare l’intera intervista dei Maghi del Copy, puoi accedere a questo link  >>> Sala interviste Copyland 






Nessun commento a "Acquietare la mente? Questione di emozioni."


    Vuoi dire la tua?

    Confermando l’invio di questo modulo dichiaro di aver preso visione dell’Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679. Voglio ricevere newsletter ed aggiornamenti. (Visualizza l’informativa sulla privacy)Puoi utilizzare alcuni tag HTML